• I 5 principali requisiti di idoneità di un terreno per un impianto fotovoltaico a terra

    Breve guida per scoprire i 5 principali requisiti che deve avere un terreno idoneo per un impianto fotovoltaico a terra, che sia agricolo, industriale, ex cava o ex discarica ed essere in linea con le normative regionali e nazionali.

  • Abbiamo già illustrato nelle guide precedenti che la scelta del sito è un passaggio fondamentale nello sviluppo di un progetto di impianto fotovoltaico a terra.

     

    Vediamo di seguito i 5 requisiti fondamentali che rendono un terreno idoneo per un impianto fotovoltaico a terra.

  • 1. L’estensione

    La domanda di mercato attuale evidenzia che le estensioni maggiormente ricercate nella categoria agricola sono quelle a partire da almeno 11 ettari.

     

    Come mai si ricercano appezzamenti così grandi?

     

    Il D.L. 24 gennaio 2012, n. 1, cosiddetto decreto Liberalizzazioni, ha tagliato gli incentivi sia per quel che riguarda impianti fotovoltaici a terra, su tetto, su campi agricoli, sia per quelli montati su serre.

     

    Non avendo alcun tipo di agevolazione sui terreni agricoli, le società di sviluppo sono obbligate a ricercare estensioni più grandi per riuscire ad ammortizzare i costi legati all’investimento della progettazione di un impianto fotovoltaico.

     

    Esistono due eccezioni:

    • terreni agricoli in regioni che prevedono la PAS (Procedura Abilitativa Semplificata), ovvero Friuli Venezia Giulia, Lazio, Abruzzo, Molise, Sicilia: in queste regioni è infatti possibile autorizzare impianti fino a 1 MW (installabili in superfici da un minimo di 2 fino a un massimo di 3 ettari). In questo caso qui lo snellimento della procedura amministrativa incita le società operanti nel fotovoltaico a terra alla valutazione di estensioni inferiori.
    • terreni industriali e / o ex cave: sono previsti annualmente dei bandi per accedere agli incentivi per l’installazione di impianti fotovoltaici a terra su terreni industriali/edificabili o a destinazione commerciale, ex discariche chiuse e bonificate, cave dismesse non ancora ripristinate ad uso agricolo e in questi casi specifici e per queste particolari categorie le società di sviluppo possono considerare appezzamenti anche a partire da 1 ettaro. Se le cave sono state ripristinate ad uso agricolo è possibile che non rientrino nella tipologia prevista dal bando per poter accedere agli incentivi (parte dell’incentivo è infatti utilizzato anche ai fini del risanamento agrario).

    2. Morfologia di un terreno idoneo per un impianto fotovoltaico

    La morfologia più semplice per il fotovoltaico è sicuramente quella dei terreni ad uso seminativo. Anche i terreni ad uso pascolo, con del cespugliato sparso si prestano particolarmente per questo tipo di installazione.

     

    Terreni ad uso frutteto, vigneto, mandorleto o uliveto invece devono essere sottoposti necessariamente a delle opere di espianto al fine di essere idonei per del fotovoltaico a terra: se solitamente frutteti o mandorleti non sono soggetti a particolarissime restrizioni, sugli uliveti e vigneti occorre fare una perizia agraria per stabilire la possibilità di espianto. Gli uliveti infetti da Xylella si prestano più facilmente all’espianto; per i vigneti invece la possibilità di rimozione può essere limitata alle uve da tavola.

     

    Altre morfologie tipiche possono essere quelle rocciose o montuose, spesso non idonee per l’installazione di impianti di pannelli solari a terra. In particolare, i terreni montuosi soprattutto nei casi di pendenze elevate.

     

    Infine, tra le morfologie esistenti troviamo anche la macchia mediterranea, caratterizzata da lotti con vegetazione arbustiva e cespugliata; in questo caso la non idoneità può essere legata anche al fatto che sia soggetta a vincoli di natura paesaggistica.

  • 5 requisiti terreno idoneo impianto fotovoltaico a terra
  • 3. Pendenza ed esposizione

    La pendenza è una delle condizioni di eleggibilità più complesse: esistono infatti dei parametri abbastanza rigidi relativi ai valori numerici di pendenza media che possono supportare un impianto tracker, che funziona tramite un dispositivo meccanico che massimizza l’efficienza del dispositivo con una rotazione automatica legata all’esposizione solare; oppure un impianto su supporto fisso (solitamente il tracker può essere impiegato fino a pendenze medie non superiori al 10%).

     

    L’esposizione più favorevole per il fotovoltaico è quella dei terreni pianeggianti o collinari con esposizione a sud. Eventuali contropendenze verso nord sono tollerabili da un 5% fino a un massimo del 10 % (tutto è sempre analizzato tenendo conto singolarmente della morfologia, delle quantità di superficie in contropendenza e dell’estensione totale).

    4. Distanza da un punto di connessione

    Se hai mai pensato di affittare il tuo terreno per un impianto fotovoltaico a terra, avrai sentito parlare almeno una volta dell’aspetto relativo alla distanza dalla cabina di allaccio alla rete elettrica nazionale.

     

    Le cabine si distinguono principalmente in primarie e secondarie (se ti sei perso la guida di approfondimento sulle cabine di tensione clicca qui). La scelta di una rispetto all’altra dipende principalmente dall’area utile in termini di potenza installabile e dai costi di connessione.

     

    Per impianti connessi in media tensione su cabine secondarie, le cabine devono essere preferibilmente a poche centinaia di metri. Per impianti connessi in alta tensione invece le cabine possono trovarsi a qualche chilometro di distanza. Più il sito è grande, maggiore è la distanza che si può percorrere per connettersi alla rete ma è sempre preferibile avere cabine in un raggio chilometrico non superiore a 5 (per via dei costi di connessione e delle relative servitù di passaggio).

    5. Vincolistica regionale e nazionale

    Infine, ultimo criterio di eleggibilità di un terreno ai fini dell’installazione di un impianto fotovoltaico a terra è che non sia inserito all’interno di aree vincolate individuate dai PPR.

     

    I piani paesaggistici regionali (PPR) sono uno strumento urbanistico previsto dalla legislazione nazionale. La loro redazione è di competenza regionale e ha la funzione di definire le aree di pregio paesaggistico. Di che si tratta?

     

    Si tratta di aree naturali protette o di particolare pregio, come ad esempio siti inseriti nel patrimonio mondiale dell’UNESCO, parchi naturali, zone di protezione speciale, siti di interesse nazionale, zone naturali di salvaguardia, zone DOP / IGP. Se il terreno è localizzato interamente in una di queste aree, difficilmente è possibile che venga autorizzato dalla Regione il progetto per gli impianti a pannelli solari su terreno. Se invece ricade parzialmente in una di queste aree, è possibile che venga comunque autorizzato il progetto, rispettando ad esempio le dovute fasce di rispetto.

     

    Ogni regione ha il diritto di determinare i propri criteri di idoneità, purché ovviamente non in contrasto con la normativa nazionale.

×
La presente informativa sulla privacy ("Informativa sulla privacy") spiega come i vostri dati personali vengono raccolti ed utilizzati da Capital PV, società a responsabilità limitata, iscritta al Registro del Commercio e delle Società di Parigi con il numero 840 695 589, la cui sede legale si trova al 28, rue des colonnes du trône, 75012 Parigi (di seguito "Capital PV").
Questo documento si sofferma in particolare su : 
-	Per quali scopi utilizziamo i vostri dati;
-	Come raccogliamo i dati ;
-	Persone con le quali possiamo condividere i vostri dati;
-	Per quanto tempo i vostri dati saranno conservati;
-	I vostri diritti.

1)	Per quali scopi utilizziamo i vostri dati?

Utilizziamo i vostri dati per:

- informare sui Servizi in conformità al nostro interesse di informare gli utenti dei nostri Servizi ;
- studiare il vostro progetto e fornire servizi di relazioni con gli investitori in conformità con la vostra richiesta, sia attraverso un investimento proposto dalla stessa Capital PV, sia trasmettendo i vostri dati agli investitori partner di Capital PV che potrebbero essere interessati al vostro progetto. Questo trattamento è necessario per l'esecuzione del contratto con il cliente interessato, o effettuato in conformità con il vostro consenso alla trasmissione dei vostri dati ai nostri investitori partner potenzialmente interessati al vostro progetto;
- per inviarvi indagini e sondaggi di soddisfazione in conformità con l'interesse legittimo di Capital PV di migliorare la qualità dei suoi servizi;
- gestire le azioni precontenziose e le azioni legali in conformità con la necessità di eseguire il contratto e con l'interesse legittimo di Capital PV di stabilire la prova di un diritto o di un contratto;
- identificare, indagare e prevenire qualsiasi attività che possa violare le nostre condizioni d'uso; che possano essere fraudolente, o che più in generale possano rivelarsi illegali; rispettare i requisiti di legge, ma anche il nostro legittimo interesse a proteggere i nostri diritti, nonché i diritti e la sicurezza di terzi ed in particolare degli Investitori.

2)	Come vengono raccolti i vostri dati personali?

Raccogliamo i vostri dati personali direttamente da voi. Essi possono anche essere raccolti  indirettamente da altre fonti:

I dati di geolocalizzazione ad esempio sono raccolti indirettamente tramite fonti non pubbliche https://www.jotform.com/ e https://www.123formbuilder.com/.

3)	A quali categorie di destinatari vengono comunicati i dati? 

I Suoi dati personali sono comunicati ai soggetti, servizi e organizzazioni seguenti, ciascuno dei quali ha interesse al trattamento dei Suoi dati personali:
	Persone autorizzate dai servizi di Capital PV: servizi di informazione, di networking e di sviluppo.
	persone autorizzate dei servizi dell'Investitore: installazione, sviluppo finanziamento e servizi di investimento.
	fornitori di servizi e subappaltatori incaricati da Capital PV di assisterla nella gestione delle sue attività, in particolare per quanto riguarda la gestione del Sito Web (hosting, manutenzione), lo sviluppo della sua attività, la gestione del rapporto con l'Investitore e la conclusione del contratto di locazione enfiteutica;
	fornitori di servizi e subappaltatori incaricati dall'Investitore di assisterlo nella gestione delle sue attività ;
	i dati personali possono essere comunicati a terzi se Capital PV o l'Investitore è obbligato a farlo in virtù di una legge o di una disposizione regolamentare, in particolare per quanto riguarda la vigilanza sanitaria, un'ordinanza del tribunale o se tale comunicazione è necessaria nell'ambito di un'indagine o di una procedura, in territorio francese o all'estero, o se è necessario per indagare, prevenire o adottare misure relative ad attività illegali o a sospette frodi.

4)	Per quanto tempo conserviamo i vostri dati?

I dati necessari per l'esecuzione del contratto sono conservati per tutta la durata del rapporto contrattuale. Essi vengono poi conservati in un'archiviazione intermedia, al fine di adempiere ai vari obblighi di legge, in particolare contabili o fiscali, ma anche per conservare ogni prova utile in caso di contenzioso, nei limiti dei vari termini di prescrizione applicabili secondo le finalità sopra descritte.

I dati raccolti al momento dell'invio di un file sul sito web vengono conservati per tre anni dalla data di invio.

I dati relativi alla vostra richiesta di opposizione al trattamento saranno conservati per un periodo di tre (3) anni dalla data di ricevimento della vostra richiesta.


5)	Di quali diritti disponete in merito ai vostri dati personali? 

Avete il diritto di accedere, rettificare e cancellare i dati personali che vi riguardano, nonché il diritto alla portabilità dei dati da voi forniti alle condizioni previste dalla normativa sulla protezione dei dati personali per l'esercizio di tale diritto. 

Avete inoltre il diritto di opporvi al trattamento dei vostri dati per motivi legati alla vostra situazione particolare, nonché il diritto di impartire istruzioni sulla sorte dei vostri dati personali dopo la vostra morte e di chiedere che il trattamento dei vostri dati personali sia limitato. 

Per esercitare i vostri diritti, potete contattarci scrivendo a info@capitalpv.it o al seguente indirizzo postale: Capital PV, 28 rue des colonnes du Trône 75012 Parigi. 

Avete anche il diritto di presentare un reclamo all'autorità competente per la protezione dei dati personali in Francia, la CNIL.

6)	Modifiche all'informativa sulla privacy

Possiamo rivedere o integrare la presente Informativa sulla privacy, in particolare per tenere conto di nuovi scopi o cambiamenti nella legislazione. Tali modifiche saranno effettive a partire dalla loro pubblicazione. Vi informeremo di eventuali modifiche tramite un messaggio di notifica pubblicato sul sito web o con qualsiasi altro mezzo di comunicazione. Vi invitiamo a controllare e rileggere periodicamente questa Politica per assicurarvi di essere a conoscenza dell'ultima versione.

7)	Contatto Capitale PV

Se avete commenti o domande relative a questo documento, potete scriverci all'indirizzo: info@capitalpv.it o al seguente indirizzo postale: Capital PV, 28 rue des colonnes du Trône 75012 Paris, France.