• Fotovoltaico Piemonte: normative e iter autorizzativo per gli impianti fotovoltaici a terra

    Il Piano Paesaggistico Regionale (PPR) piemontese, a seguito di un lungo iter di formazione e progettazione, è diventato non solo uno strumento essenziale per la tutela e la promozione del paesaggio, ma persino una guida chiara per l’individuazione delle aree e dei siti non idonei all’installazione del fotovoltaico in Piemonte.

  • Abbiamo già illustrato all’interno della nostra rubrica sugli iter autorizzativi quali sono le fasi del project development, con un primo focus sull’iter autorizzativo in Sicilia (se ti sei perso questa guida di approfondimento, clicca qui).

    Oggi invece affrontiamo il tema del fotovoltaico in Piemonte. Vette e crinali montani, corridoi ecologici, tenimenti dell’Ordine Mauriziano sono solo alcuni dei siti considerati non idonei: scopriamo insieme, attraverso questa guida, quali sono le peculiarità in ambito autorizzativo per l’installazione di impianti fotovoltaici a terra nella regione piemontese.

    Il Piano Paesaggistico Regionale (PPR)

    Come abbiamo già visto in precedenza, il processo autorizzativo vigente è chiamato Autorizzazione Unica ed è di competenza regionale; pertanto ogni regione ha il diritto di determinare i propri criteri di idoneità (purché non in contrasto con la normativa nazionale).
     
    Il processo autorizzativo per l'installazione di un impianto fotovoltaico a terra in Piemonte è quello standard: ovvero ha una durata di 180 giorni e qualora l’esito della conferenza dei servizi fosse positivo si aggiungeranno altri 120 giorni per eventuali ricorsi da parte di privati, aziende e/o enti pubblici.
     
    Il 3 ottobre 2017 il Consiglio regionale del Piemonte ha approvato insieme con il MiBACT (Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo) il PPR, data che segna la conclusione di un processo iniziato il 4 agosto del 2009, in cui venne elaborato e approvato per la prima volta.

    All’interno del suo fascicolo illustrativo si afferma che:

     

    “Il Piano paesaggistico regionale è stato redatto in attuazione del Codice dei beni culturali e del paesaggio (Codice), nell’ottica di un sistema di pianificazione complementare e condiviso con le altre discipline e gli altri enti competenti per il governo del territorio”.

     

    E’ proprio su queste premesse che è stato ideato il Piano, al fine di sostenere politiche e iniziative che mirino a uno sviluppo equilibrato e sostenibile del territorio e che hanno come oggetto tematiche quali la riqualificazione territoriale, la sostenibilità e l'efficienza energetica, la ricerca e l’innovazione.


    Ma non solo, la Regione considera anche il tema del contenimento del consumo di suolo fra i principi generali della pianificazione.

     

    Quest’ottica di sviluppo e sostenibilità del territorio, insieme alle “Linee guida per l’autorizzazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili” pubblicate sulla gazzetta ufficiale n.219, il 18 settembre 2010, ci offrono uno spaccato chiaro per individuare non solo su quali aree non è consentito installare impianti fotovoltaici, ma persino quelle aree che seppur non incluse all’interno di quella categoria, sono definite come “di attenzione”.

     

     

  • Fotovoltaico Piemonte: la guida normative iter autorizzativo installazione di impianti fotovoltaici a terra

    Fotovoltaico Piemonte: iter autorizzativo e normative secondo il Piano Paesaggistico Reagionale

  • Di che si tratta?

     

    Le aree di attenzione sono aree caratterizzate da una nota rilevanza paesaggistica, in cui un progetto per l’installazione di impianti di pannelli solari a terra deve essere sottoposto ad indagini di impatto ambientale più approfondite e di dettaglio, che vanno poi presentate con adeguata documentazione alle Autorità competenti in fase autorizzativa.

     

    Facciamo qualche esempio concreto. Per le aree di attenzione per la presenza di produzioni agricole ed agroalimentari di pregio, il riferimento è chiaramente alle aree DOP e IGP: tuttavia non tutte le aree di produzione agricola di pregio hanno una Denominazione di Origine. Ai fini dell’autorizzazione, in fase di conferenza dei servizi, dovrà essere presentata una relazione agronomica dalla quale si evinca che i terreni su cui si intende realizzare l’impianto fotovoltaico in Piemonte non rientrano in area DOP/IGP.

     

    Sulle aree di attenzione non vi è quindi un inidoneità a monte e in qualche caso possono esserci possibilità di sviluppo per il settore dell’energia rinnovabile.


    Aree invece in cui non è possibile installare impianti fotovoltaici su terreno sono ad esempio tutti i terreni classificati dai PRGC vigenti a destinazione d'uso agricola ricadenti nella prima e seconda classe di capacità d’uso del suolo.


    La capacità d’uso dei suoli fornisce una valutazione dei limiti d’uso della terra ai fini agricoli. Le classi I e II sono considerate non idonee per il fotovoltaico in quanto la prima identifica i suoli privi di limitazioni all’uso (i terreni possono essere usati per un’ampia scelta di colture agrarie); la seconda invece suoli con moderate limitazioni e pertanto entrambe si prestano molto bene alla versatilità d’uso in ambito agricolo e per tale ragione i suoli in queste prime due classi sono tutelati.

     

    Ma la lista non finisce qui. Per concludere, vediamo quali sono le altre 9 aree principali in Piemonte in cui non è possibile installare impianti solari a terra:

    1. Siti inseriti nel patrimonio mondiale dell’UNESCO;
    2. Beni culturali e paesaggistici;
    3. Vette e crinali montani e pedemontani: in questo caso il riferimento è ai coni visuali piemontesi, un vincolo paesaggistico legato a tutti quegli scorci panoramici particolarmente caratteristici per la loro bellezza.
    4. Tenimenti dell’Ordine Mauriziano: ovvero tutte le aree degli ex tenimenti dell’Ordine Mauriziano, per via della loro tradizione storica piemontese.
    5. Aree Rete Natura 2000 (siti di interesse comunitario, zone di protezione speciale, siti di interesse nazionale);
    6. Zone Naturali di Salvaguardia o corridoi ecologici: identificate in tutte le aree di collegamento esterne alle aree protette ed alle aree della Rete natura 2000.
    7. Aree agricole dedicate alla produzione di prodotti DOP/DOC/IGP;
    8. Aree di dissesto idraulico e idrogeologico;
    9. Terreni agricoli irrigati con impianti irrigui a basso consumo idrico realizzati con finanziamento pubblico: in questo caso si parla di aree non idonee poiché contrasterebbe uno dei principi e delle strategie contenute nel PPR legato agli interventi tesi a ridurre l’utilizzo di acqua in agricoltura e degli importanti finanziamenti pubblici ad essi dedicati.
       
  • Calcola ora il valore di affitto del terreno

    Per ricevere via mail la simulazione del valore di affitto del vostro terreno, è sufficiente compilare il seguente formulario.

×
La presente informativa sulla privacy ("Informativa sulla privacy") spiega come i vostri dati personali vengono raccolti ed utilizzati da Capital PV, società a responsabilità limitata, iscritta al Registro del Commercio e delle Società di Parigi con il numero 840 695 589, la cui sede legale si trova al 28, rue des colonnes du trône, 75012 Parigi (di seguito "Capital PV").
Questo documento si sofferma in particolare su : 
-	Per quali scopi utilizziamo i vostri dati;
-	Come raccogliamo i dati ;
-	Persone con le quali possiamo condividere i vostri dati;
-	Per quanto tempo i vostri dati saranno conservati;
-	I vostri diritti.

1)	Per quali scopi utilizziamo i vostri dati?

Utilizziamo i vostri dati per:

- informare sui Servizi in conformità al nostro interesse di informare gli utenti dei nostri Servizi ;
- studiare il vostro progetto e fornire servizi di relazioni con gli investitori in conformità con la vostra richiesta, sia attraverso un investimento proposto dalla stessa Capital PV, sia trasmettendo i vostri dati agli investitori partner di Capital PV che potrebbero essere interessati al vostro progetto. Questo trattamento è necessario per l'esecuzione del contratto con il cliente interessato, o effettuato in conformità con il vostro consenso alla trasmissione dei vostri dati ai nostri investitori partner potenzialmente interessati al vostro progetto;
- per inviarvi indagini e sondaggi di soddisfazione in conformità con l'interesse legittimo di Capital PV di migliorare la qualità dei suoi servizi;
- gestire le azioni precontenziose e le azioni legali in conformità con la necessità di eseguire il contratto e con l'interesse legittimo di Capital PV di stabilire la prova di un diritto o di un contratto;
- identificare, indagare e prevenire qualsiasi attività che possa violare le nostre condizioni d'uso; che possano essere fraudolente, o che più in generale possano rivelarsi illegali; rispettare i requisiti di legge, ma anche il nostro legittimo interesse a proteggere i nostri diritti, nonché i diritti e la sicurezza di terzi ed in particolare degli Investitori.

2)	Come vengono raccolti i vostri dati personali?

Raccogliamo i vostri dati personali direttamente da voi. Essi possono anche essere raccolti  indirettamente da altre fonti:

I dati di geolocalizzazione ad esempio sono raccolti indirettamente tramite fonti non pubbliche https://www.jotform.com/ e https://www.123formbuilder.com/.

3)	A quali categorie di destinatari vengono comunicati i dati? 

I Suoi dati personali sono comunicati ai soggetti, servizi e organizzazioni seguenti, ciascuno dei quali ha interesse al trattamento dei Suoi dati personali:
	Persone autorizzate dai servizi di Capital PV: servizi di informazione, di networking e di sviluppo.
	persone autorizzate dei servizi dell'Investitore: installazione, sviluppo finanziamento e servizi di investimento.
	fornitori di servizi e subappaltatori incaricati da Capital PV di assisterla nella gestione delle sue attività, in particolare per quanto riguarda la gestione del Sito Web (hosting, manutenzione), lo sviluppo della sua attività, la gestione del rapporto con l'Investitore e la conclusione del contratto di locazione enfiteutica;
	fornitori di servizi e subappaltatori incaricati dall'Investitore di assisterlo nella gestione delle sue attività ;
	i dati personali possono essere comunicati a terzi se Capital PV o l'Investitore è obbligato a farlo in virtù di una legge o di una disposizione regolamentare, in particolare per quanto riguarda la vigilanza sanitaria, un'ordinanza del tribunale o se tale comunicazione è necessaria nell'ambito di un'indagine o di una procedura, in territorio francese o all'estero, o se è necessario per indagare, prevenire o adottare misure relative ad attività illegali o a sospette frodi.

4)	Per quanto tempo conserviamo i vostri dati?

I dati necessari per l'esecuzione del contratto sono conservati per tutta la durata del rapporto contrattuale. Essi vengono poi conservati in un'archiviazione intermedia, al fine di adempiere ai vari obblighi di legge, in particolare contabili o fiscali, ma anche per conservare ogni prova utile in caso di contenzioso, nei limiti dei vari termini di prescrizione applicabili secondo le finalità sopra descritte.

I dati raccolti al momento dell'invio di un file sul sito web vengono conservati per tre anni dalla data di invio.

I dati relativi alla vostra richiesta di opposizione al trattamento saranno conservati per un periodo di tre (3) anni dalla data di ricevimento della vostra richiesta.


5)	Di quali diritti disponete in merito ai vostri dati personali? 

Avete il diritto di accedere, rettificare e cancellare i dati personali che vi riguardano, nonché il diritto alla portabilità dei dati da voi forniti alle condizioni previste dalla normativa sulla protezione dei dati personali per l'esercizio di tale diritto. 

Avete inoltre il diritto di opporvi al trattamento dei vostri dati per motivi legati alla vostra situazione particolare, nonché il diritto di impartire istruzioni sulla sorte dei vostri dati personali dopo la vostra morte e di chiedere che il trattamento dei vostri dati personali sia limitato. 

Per esercitare i vostri diritti, potete contattarci scrivendo a info@capitalpv.it o al seguente indirizzo postale: Capital PV, 28 rue des colonnes du Trône 75012 Parigi. 

Avete anche il diritto di presentare un reclamo all'autorità competente per la protezione dei dati personali in Francia, la CNIL.

6)	Modifiche all'informativa sulla privacy

Possiamo rivedere o integrare la presente Informativa sulla privacy, in particolare per tenere conto di nuovi scopi o cambiamenti nella legislazione. Tali modifiche saranno effettive a partire dalla loro pubblicazione. Vi informeremo di eventuali modifiche tramite un messaggio di notifica pubblicato sul sito web o con qualsiasi altro mezzo di comunicazione. Vi invitiamo a controllare e rileggere periodicamente questa Politica per assicurarvi di essere a conoscenza dell'ultima versione.

7)	Contatto Capitale PV

Se avete commenti o domande relative a questo documento, potete scriverci all'indirizzo: info@capitalpv.it o al seguente indirizzo postale: Capital PV, 28 rue des colonnes du Trône 75012 Paris, France.