• Fotovoltaico in Sicilia: iter autorizzativo per l'installazione di impianti fotovoltaici a terra

     

    L’iter autorizzativo per l’installazione di impianti fotovoltaici a terra è un processo lungo e complesso. La regione siciliana però ha sposato, insieme alle normative nazionali, delle peculiarità regionali e provinciali volte a semplificare il processo di sviluppo del fotovoltaico in Sicilia.

     

  • Se siete proprietari di un terreno in Sicilia o avete mai chiesto maggiori informazioni relative al fotovoltaico a terra in questa regione, avrete sicuramente sentito parlare almeno una volta della PAS (procedura abilitativa semplificata).

    La PAS è un procedimento semplificato, disciplinato dall’art. 6 del D.Lgs. 28/2011, e finalizzato a rendere più semplice e veloce la realizzazione di impianti fotovoltaici a terra fino a una potenza massima di 1MWp (per cui è interessante solamente per i terreni da circa 2-3 ettari).

     

    Per tutte le autorizzazioni invece di impianti di potenza superiore a 1 MWp, si deve fare riferimento al procedimento standard che ha una durata di 180 giorni, più altri 120 giorni per eventuali ricorsi da parte di privati, aziende e/o enti pubblici.

     

    Un testo molto utile per approfondire l’iter autorizzativo in Sicilia è il P.E.A.R.S (Piano Energetico Ambientale Regionale Siciliano), che definisce le linee guida regionali per l'autorizzazione degli impianti a fonti rinnovabili.

     

    Il P.E.A.R.S è stato approvato il 9 marzo 2009 con la deliberazione della giunta regionale n.1/2009, a seguito del decreto del Presidente della Regione Sicilia ed è finalizzato al conseguimento di una serie di obiettivi, tra cui la diversificazione delle fonti energetiche, la riduzione del tasso di immissione in atmosfera di CO2 in rapporto alla produzione di energia rinnovabile realizzata e la salvaguardia e la tutela del paesaggio.

     

    Scopriamo insieme quali sono i punti salienti del Piano Energetico Ambientale della regione Sicilia e le peculiarità del suo iter autorizzativo.

  • fotovoltaico in sicilia iter autorizzativo installazione pannelli solari
  • 1 - Autorizzazione alla realizzazione di impianti fotovoltaici.

    Uno dei primi punti del P.E.A.R.S riguarda l’autorizzazione, in cui vengono definiti le metodologie di esercizio e il grado di priorità.

     

    Secondo la DGR n.1/2009, l’attività di produzione energetica da fonte rinnovabile deve essere esercitata nel “rispetto della libertà di iniziativa economica ed è soggetta al rilascio di provvedimenti autorizzativi (...) nel rispetto dei principi di semplificazione, efficienza e trasparenza”.

     

    In fase autorizzativa alcuni progetti risultano avere più priorità rispetto ad altri e questi in particolare sono quelli che garantiscono la filiera industriale completa all’interno del territorio regionale, quindi dallo sviluppo dell’impianto, all’esecuzione del progetto al fine di incrementare l’occupazione nella Regione.

     

    Qualsiasi progetto sottoposto a istanza, deve essere corredato di una documentazione specifica e completa e questo è approfondito nel secondo punto del P.E.A.R.S.

    2 - Documentazione

    All’interno del Piano Energetico Ambientale Regionale Siciliano sono definiti in maniera chiara quali sono i documenti e le attestazioni da presentare insieme alla domanda di avvio del procedimento.

     

    Scopriamo di seguito quali documenti sono necessari ai fini del rilascio dell’autorizzazione richiesta:

     

    1. l'attestazione di un istituto di credito o di una società abilitata a finanziare l’iniziativa;
    2. la documentazione attestante la disponibilità giuridica dell’area di impianto in capo al richiedente (il contratto preliminare per il Diritto di Superficie);
    3. l’autocertificazione con cui il richiedente assume la responsabilità diretta delle fasi di realizzazione e avvio dell’impianto;
    4. una adeguata dichiarazione di copertura assicurativa per eventuali rischi (es. mancata erogazione servizio fornitura, furto, atti vandalici);
    5. la comunicazione del gestore di rete, vale a dire la documentazione che attesti che la capacità ricettiva della rete consente l’immissione dei nuovi MWp richiesti per il progetto in essere. 

    3 - Conferenza dei servizi

    Una volta ottenuta tutta la documentazione necessaria da allegare alla domanda di avvio del procedimento, viene indetta una Conferenza dei Servizi.

     

    Di che si tratta?

     

    La Conferenza dei servizi è nata con la legge 241/1990 “Nuove norme sul procedimento amministrativo” e si tratta di uno strumento procedurale di semplificazione di carattere generale, che ha lo scopo di rendere più snello e veloce un procedimento amministrativo.

     

    Cosa succede se durante la Conferenza dei Servizi emerge che il terreno risulti vincolato ?

     

    Vediamo innanzitutto quali sono le aree principali segnalate dal P.E.A.R.S in cui non è permesso installare impianti fotovoltaici. L’autorizzazione non può essere rilasciata se il terreno è inserito in un contesto di:

     

    • Parchi e riserve regionali;
    • Aree ZPS (Zone di Protezione Speciale) e SIC (Siti di Importanza Comunitaria) - fanno eccezione solo le aree per cui l’intervento sia stato valutato realizzabile in fase di valutazione di incidenza ambientale;
    • Aree soggette a vincolo archeologico (art.10 D.lgs. 42/04) o aree di interesse archeologico (art.142, lett. m, D.lgs.42/04) ;
    • Aree che non rispettano la distanza di 300 m dalla costa (art.142, lett.a, D.lgs. 42/04);
    • Aree boscate (art.142, lett. g, D.lgs.42/04);
    • Aree considerate naturali protette (art.art.136, D.lgs.42/04 e art.134, lett. c, D.lgs. 42/04);

     

    Qualora l’amministrazione preposta alla tutela ambientale e paesaggistica esprimesse un motivato dissenso riguardo la richiesta di autorizzazione fatta, la decisione sarebbe affidata alla Giunta Regionale, la quale avrebbe a sua volta tempo 10 giorni per emanare un esito finale.

    4 - Le misure di mitigazione ambientale

    L’esito della conferenza dei servizi e il rilascio dell’autorizzazione finale può essere subordinato all’obbligo da parte dell’azienda di sviluppo o fondo di investimento di adozione di una serie di misure definite “di mitigazione ambientale”. Si tratta di veri e propri “compromessi”, attraverso i quali la regione da un lato permette l’installazione dell’impianto e dall’altro la società si impegna a rispettare le richieste ambientali fatte.

     

    Facciamo un esempio pratico citato anche sul P.E.A.R.S: per i terreni agricoli, il rilascio di autorizzazione per installare un impianto fotovoltaico a terra deve essere necessariamente subordinato alla realizzazione di una fascia arborea di almeno 10 m di larghezza con vegetazione autoctona e che sia compatibile con la funzionalità dell’impianto. Pertanto senza quella fascia arborea, non sarebbe consentita l’installazione.

     

    Altre misure di mitigazione possono essere ad esempio un impegno da parte della società per una riforestazione, un disinquinamento dei litorali marini o la creazione di aree verdi urbane.

     

    Infine, laddove non fosse possibile attuare una di queste misure, il P.E.A.R.S prevede anche le cosiddette misure di compensazione, seguendo la stessa logica di compromesso delle precedenti. Tra queste ad esempio l’impegno da parte della società a destinare per usi collettivi una parte dell’energia prodotta, così da ridurre i costi di energia anche per le imprese insediate nel territorio.

  • installazione impianti fotovoltaici a terra sicilia
  • Calcola ora il valore di affitto del terreno

    Per ricevere via mail la simulazione del valore di affitto del vostro terreno, è sufficiente compilare il seguente formulario.

×
La presente informativa sulla privacy ("Informativa sulla privacy") spiega come i vostri dati personali vengono raccolti ed utilizzati da Capital PV, società a responsabilità limitata, iscritta al Registro del Commercio e delle Società di Parigi con il numero 840 695 589, la cui sede legale si trova al 28, rue des colonnes du trône, 75012 Parigi (di seguito "Capital PV").
Questo documento si sofferma in particolare su : 
-	Per quali scopi utilizziamo i vostri dati;
-	Come raccogliamo i dati ;
-	Persone con le quali possiamo condividere i vostri dati;
-	Per quanto tempo i vostri dati saranno conservati;
-	I vostri diritti.

1)	Per quali scopi utilizziamo i vostri dati?

Utilizziamo i vostri dati per:

- informare sui Servizi in conformità al nostro interesse di informare gli utenti dei nostri Servizi ;
- studiare il vostro progetto e fornire servizi di relazioni con gli investitori in conformità con la vostra richiesta, sia attraverso un investimento proposto dalla stessa Capital PV, sia trasmettendo i vostri dati agli investitori partner di Capital PV che potrebbero essere interessati al vostro progetto. Questo trattamento è necessario per l'esecuzione del contratto con il cliente interessato, o effettuato in conformità con il vostro consenso alla trasmissione dei vostri dati ai nostri investitori partner potenzialmente interessati al vostro progetto;
- per inviarvi indagini e sondaggi di soddisfazione in conformità con l'interesse legittimo di Capital PV di migliorare la qualità dei suoi servizi;
- gestire le azioni precontenziose e le azioni legali in conformità con la necessità di eseguire il contratto e con l'interesse legittimo di Capital PV di stabilire la prova di un diritto o di un contratto;
- identificare, indagare e prevenire qualsiasi attività che possa violare le nostre condizioni d'uso; che possano essere fraudolente, o che più in generale possano rivelarsi illegali; rispettare i requisiti di legge, ma anche il nostro legittimo interesse a proteggere i nostri diritti, nonché i diritti e la sicurezza di terzi ed in particolare degli Investitori.

2)	Come vengono raccolti i vostri dati personali?

Raccogliamo i vostri dati personali direttamente da voi. Essi possono anche essere raccolti  indirettamente da altre fonti:

I dati di geolocalizzazione ad esempio sono raccolti indirettamente tramite fonti non pubbliche https://www.jotform.com/ e https://www.123formbuilder.com/.

3)	A quali categorie di destinatari vengono comunicati i dati? 

I Suoi dati personali sono comunicati ai soggetti, servizi e organizzazioni seguenti, ciascuno dei quali ha interesse al trattamento dei Suoi dati personali:
	Persone autorizzate dai servizi di Capital PV: servizi di informazione, di networking e di sviluppo.
	persone autorizzate dei servizi dell'Investitore: installazione, sviluppo finanziamento e servizi di investimento.
	fornitori di servizi e subappaltatori incaricati da Capital PV di assisterla nella gestione delle sue attività, in particolare per quanto riguarda la gestione del Sito Web (hosting, manutenzione), lo sviluppo della sua attività, la gestione del rapporto con l'Investitore e la conclusione del contratto di locazione enfiteutica;
	fornitori di servizi e subappaltatori incaricati dall'Investitore di assisterlo nella gestione delle sue attività ;
	i dati personali possono essere comunicati a terzi se Capital PV o l'Investitore è obbligato a farlo in virtù di una legge o di una disposizione regolamentare, in particolare per quanto riguarda la vigilanza sanitaria, un'ordinanza del tribunale o se tale comunicazione è necessaria nell'ambito di un'indagine o di una procedura, in territorio francese o all'estero, o se è necessario per indagare, prevenire o adottare misure relative ad attività illegali o a sospette frodi.

4)	Per quanto tempo conserviamo i vostri dati?

I dati necessari per l'esecuzione del contratto sono conservati per tutta la durata del rapporto contrattuale. Essi vengono poi conservati in un'archiviazione intermedia, al fine di adempiere ai vari obblighi di legge, in particolare contabili o fiscali, ma anche per conservare ogni prova utile in caso di contenzioso, nei limiti dei vari termini di prescrizione applicabili secondo le finalità sopra descritte.

I dati raccolti al momento dell'invio di un file sul sito web vengono conservati per tre anni dalla data di invio.

I dati relativi alla vostra richiesta di opposizione al trattamento saranno conservati per un periodo di tre (3) anni dalla data di ricevimento della vostra richiesta.


5)	Di quali diritti disponete in merito ai vostri dati personali? 

Avete il diritto di accedere, rettificare e cancellare i dati personali che vi riguardano, nonché il diritto alla portabilità dei dati da voi forniti alle condizioni previste dalla normativa sulla protezione dei dati personali per l'esercizio di tale diritto. 

Avete inoltre il diritto di opporvi al trattamento dei vostri dati per motivi legati alla vostra situazione particolare, nonché il diritto di impartire istruzioni sulla sorte dei vostri dati personali dopo la vostra morte e di chiedere che il trattamento dei vostri dati personali sia limitato. 

Per esercitare i vostri diritti, potete contattarci scrivendo a info@capitalpv.it o al seguente indirizzo postale: Capital PV, 28 rue des colonnes du Trône 75012 Parigi. 

Avete anche il diritto di presentare un reclamo all'autorità competente per la protezione dei dati personali in Francia, la CNIL.

6)	Modifiche all'informativa sulla privacy

Possiamo rivedere o integrare la presente Informativa sulla privacy, in particolare per tenere conto di nuovi scopi o cambiamenti nella legislazione. Tali modifiche saranno effettive a partire dalla loro pubblicazione. Vi informeremo di eventuali modifiche tramite un messaggio di notifica pubblicato sul sito web o con qualsiasi altro mezzo di comunicazione. Vi invitiamo a controllare e rileggere periodicamente questa Politica per assicurarvi di essere a conoscenza dell'ultima versione.

7)	Contatto Capitale PV

Se avete commenti o domande relative a questo documento, potete scriverci all'indirizzo: info@capitalpv.it o al seguente indirizzo postale: Capital PV, 28 rue des colonnes du Trône 75012 Paris, France.